Curiosità storiche

Vi trascriviamo una corrispondenza tra il Sindaco di Castelfranco ed il Sindaco di Montagnana del maggio 1893 in cui vengono scambiate informazioni riguardanti la conduzione dell’Asilo Infantile.

LETTERA DEL SINDACO DI CASTELFRANCO
Facendo assegnamento sulla esperita compiacenza della S.V. sono a pregarla di favorirmi informazioni sul funzionamento di codesto Asilo Infantile per orma dell’impianto di un Asilo in questa Città.
Ciò che mi interessa è
1)Se l’Asilo sia mantenuto dal Comune o da lasciti di qualche Benefattore e se concorrano anche offerte di privati.
2)Se sia fissata una tassa per ciascuno dei fanciulli non poveri accolti ed in quale misura.
3)Quale sia il personale insegnante e di servizio dell’Asilo, e quale lo stipendio a ciascuno assegnato.
4)Se si somministri ai fanciulli il vitto ed in che consista.
5)Se siano distinti i fanciulli poveri da quelli paganti.
6)Se tutti i fanciulli siano obbligati d’indossare un camiciotto uniforme ed a carico di chi sia la spesa dei fanciulli poveri.
7)Quale sia l’orario adottato.
Ringrazio anticipatamente la S.V. e mi sarà grato d’aver occasione di poter ricambiare il favore. Con perfetta stima.
Il Sindaco, G. Zannoni

centro infanzia 4

RISPOSTA DEL SINDACO DI MONTAGNANA
Sig. Sindaco di Castelfranco V. rispondo subito categoricamente alle domande fattemi con l’annesso di Lei foglio di controcitato.
L’Asilo d’Infanzia Prosdocimi-Baricolo erretto in corso [...] nel 1875 venne aperto nell’anno 1889 in apposito fabbricato costruito coi denari largiti dal benefattor Prosdocimi Enrico e con devoluzione di capitali fatti da questo Comune e Privati.
Esso e sussidiato annualmente da questo Comune e riceve pure annualmente elargizioni da altri Enti morali e da extra…ti, senza delle quali non potrebbe funzionare, perchè le vendite patrimoniali non sono sufficienti a raccogliere ed educare circa 150 bambini.
Le famiglie dei bambini abienti pagano una tassa mensile che varia dalle L.1.00 alle L.5.00.
Il personale insegnante è composto da una direttrice con lo stipendio di L.1000; di due maestre con quello di L.650; di una giovane assistente retribuita con L.200.
Il personale di servizio è composto dal custode e moglie che godono di un salario di L.540 e l’alloggio gratuito e altre due inservienti delle quali una disimpegna le mansioni di cuoca e ricevono entrambi L.15.00 al mese. Tutto il personale mangia la minestra che si distribuisce ai bambini.
Ai fanciulli delle famiglie povere ed a quelli di famiglie agiate che pagano una sopratassa si somministra ogni giorno una minestrina che va ….  giornalmente nella quale vi entrano i piccoli pezzetti di carne di manzo acquistata per fare il brodo e poi si dà MEZZO BICCHIERE DI VINO.
I fanciulli sono accolti e adunati tutti assieme, senza discussione di condizione, cosa che fa molto piacere al pubblico come mezzo per accumunare le classi.
L’Asilo fornisce ad ogni bambino un grembiule di tela di color e forma uniforme, il quale fatto manualmente viene lavato dalle famiglie di buona condizione e dall’asilo per i bambini delle famiglie povere.
l’orario è dalle ore 9 ant. alle 4 pom. nei mesi da ottobre a marzo ed alle ore 8 ant. alle 6 pom. negli altri mesi.
L’asilo resta aperto circa undici mesi dell’anno.
Unisco una copia dello Statuto deliberato dal Consiglio ed approvato dallo stesso.
Il Sindaco

centro infanzia 5